Un giorno riderai di tutto questo #0

Inauguriamo una nuova rubrica per ricordare quelle giornate fantastiche che fanno montare il nervoso più della panna, magari un giorno ci riderò su.

Da sta mattina sono successe:

io sto male, evvabbè ho quest’influenza intestinale che mi sta buttando un po’ giù, per cui varie ed eventuali corse in bagno

Ricky voleva il latte, no non lo voleva

Ricky voleva un grissino, Andy spiaccica un’altro grissino sul divano

Ricky ha ancora fame, prende il barattolo del miele “mamma è aperto” il barattolo che era stato chiuso male, perchè è stato chiuso male??, colava dal tappo una volta capovolto da Ricky che si è riempito la mano di miele che è ulteriormente colato per terra, pulisco miele.

Andy vuole dormire ma invece si prendere solo le coccole

accarezzo la gatta che è appiccicosa, “ho dato il miele al gatto mamma!”, pulisco il gatto

perchè non colorate? “Andrea no per terra!!!”  “Mamma io coloro il gatto!” fortuna che era quello di peluches

“Mamma vieni che sei Peter Pan” nel mentre che mi avvicino per dire che stavo pulendo il bagno sarei arrivata tra poco, Andy mi prende la mano “Mamma mamma mamma” e mi riporta a colorare, appena mi allontano mi viene a riprendere, ad un certo punto non mi vede (stavo cambiando canzone su spotify) inizia a vagare per casa “mamma mamma mamma” cercandomi

preparo pranzo, Andy vuole davvero dormire

“Ricky ecco la pasta, metto anche un po’ di prosciutto?” “Si mamma”, viene a prendersi il piatto, ci sediamo “io non la mangio la salsa piccante” allontanando il prosciutto

la gatta ha iniziato a lamentarsi, ha poi vomitato per fortuna sul balcone

devo stendere, no aspetta prima devo ritirare la roba che era già stesa, no aspetta cosa cavolo ho pestato? ah, è solo il vomito del gatto! Pulisco vomito del gatto

La rubrica per ora è terminata, la giornata però è solo a metà, potrebbero esserci degli aggiornamenti.

Annunci

Wake me up when september ends

E’ di nuovo un po’ che non scrivo, ma qui la situazione non cambia mai, o peggio a volte migliora e poi si torna punto e d’accapo.

Il signorino Andy continua a svegliarsi la notte, almeno una volta, e girarsi anche per un’ora a volte. Anche Ricky spesso si sveglia ancora. Ad una festa un nostro amico carico di e pieno di energia bacchettava gli altri dicendo che non ci si vede mai, che non bisogna chiudersi e usare i figli come scusa per non fare niente.

Certo.

Sua moglie è incinta del secondo figlio, e non auguro davvero loro un anno senza sonno come il nostro, ma, in tal caso, voglio poi andare a chiedergli quanta voglia ha lui di uscire.
Qui noi nei periodi più intensi di risvegli ci trasciniamo proprio, spesso appena messi a letto i bimbi Lui crolla e io resto sveglia ancora un paio d’ore giusto per non deprimermi troppo, ma è capitato che crollassi anche io poco dopo i piccoli mostri.
Cosa mai successa prima per me, che ho smesso di dormire il pomeriggio a 4 anni e che dopo 7 ore di sonno ero sempre pimpante.
Ovviamente se non sono in periodo insonnia, perchè in quel caso rimango sveglia fino alle tre anche e poi il giorno dopo passo dal divano al tappeto obbligandomi ad uscire almeno una volta per far stare i bimbi un po’ fuori all’aperto.

Quando eravamo in vacanza avendo più tempo e due braccia in più eravamo riusciti a fare un sacco di cose: visitavamo una spiaggia il mattino, il pomeriggio invece andavamo in quella vicino al campeggio e la sera passeggiata in un paesino.
Ma ci stavamo divertendo e rilassando tropo (e dormendo visto che i bimbi dormivano di più) perchè Ricky si è ammalato e dopo tre giorni chiusi in bungalow siamo stati in ospedale quattro giorni.
Giorni in cui dormivo rannicchiata sul suo letto, mangiavo male e non mi lavavo. Il piccolino lo gestiva Lui che ha pure dovuto cambiare bungalow perchè noi dovevamo rimanere solo quattro giorni e  non sette e quello dopo di noi era già prenotato.

Poi siamo tornati, fatti altri esami, pulito tutte le cose della vacanza con l’amaro in bocca e tornati presto alla routine.

E ora svegliatemi quando settembre finisce perchè così almeno so se ho trovato lavoro, se Ricky è stato preso alla materna (ora siamo tipo 13esimi in lista d’attesa, ci han dato speranza zero), se Andy finalmente cammina e dorme di più ecc. ecc…

L’amore raddoppia

Ci sono troppe cose a cui far caso a livello di salute, per non aver paura di perdersi qualcosa per strada. Troppe cose che nel tempo si sono scoperte, troppi casi rari, troppi 1 su un milione, ma anche troppi “capita spesso” ed è pure grave.

Quante volte abbiamo sentito “poi uno specialista si è accorto” “poi la mamma ha notato” e la domanda è “e se non noto quella cosa fondamentale??”.

Ora sono preoccupata per il sonno di Ricky che è passato da “fatica ad addormentasi, ma dorme tutta la notte” a “si addormenta facilmente ma poi si sveglia almeno una volta a notte e a volte non si riaddormenta”.

E a varie cose di Andrea che ovviamente essendo ancora bozzolo è più difficile capire cosa passa da solo e cosa è indice di altro.

Mi sembra per esempio avere la testolina non proprio simmetrica oltre a tenerla un po’ più piegata da un lato. Sarà un problema più serio o solo una situazione temporanea dovuta alla postura? Perchè la pediatra non lo nota?

E queste sono le paure del momento ma sono mutevoli, continue, pensavo che avendo due figli mi sarei calmata un po’..

..ma, come l’amore raddoppia, raddoppiano anche le paure!!

Quando i tuoi desideri si avverano …non ti senti un po’ in colpa?

Mi riferisco quando uno spera che al capo gli pigli un coccolone, oppure alla suocera o all’autista che ti ha tagliato la strada.
E poi succede!
Non ti senti un po’ in colpa?
O non ci fai caso?

Una mia prozia per esempio è molto brava in queste cose, Continua a leggere

Chi è il genitore, chi è il bambino?

Non mi riferisco ai miei figli, ma ai genitori del mio compagno.

Ora che Ricky non sta molto bene da un po’ di giorni, i suoi genitori stanno dando di matto.

Telefonate minatorie sul fatto che non siamo bravi genitori, che non curiamo nostro figlio, che non abbiamo un buon pediatra, che non lo facciamo controllare.

Poi li abbiamo visti e loro sono impazziti perchè, anche se sta migliorando, ho richiesto una dieta semplice. Aggiunto al fatto che era un po’ stanco secondo loro era in fin di vita.

Hanno chiamato la sera dicendo Continua a leggere