Consigli per futuri padri

  • Non prendetela in giro se i primi mesi viaggia con un catino per casa, si rivelerà molto utile.
  • E’ probabile dobbiate pulire i risultati del catino, tappatevi il naso e agite in fretta.
  • Evitate odori forti, corporei o no, pena l’allontanamento.
  • Successivamente proponete un bel viaggio, anche solo un w.e. servirà a tutti e due, e potrebbe essere il vostro ultimo per molto molto tempo eheh..
  • Sfogatevi ora con sesso e uscite, perchè la situazione è ben gestibile, dopo non lo sarà più e potrete pentirvi di non aver fatto niente prima.
  • Ditele che è bellissima, anche se ormai non riuscite più a ricordare com’era, neanche lei se lo ricorda..
  • Non fate domande sceme tipo: ma poi tornerai come prima?, oppure: chissà se poi l’ombelico rientra! (perlomeno non fatele a voce alta queste domande).
  • Ditele che è bellissima anche se ha preso 20kg, il sedere straborda dagli splip, il seno si appoggia sul pancione ed è piena di smagliature. Sarebbe perfetto dire che è molto femminile, ma se non lo pensate, questo evitatelo.
  • Per il sesso, lavorate di immaginazione, l’ultimo periodo per vari motivi potrebbe voler fare più sesso (anche solo per cercare di far uscire il piccolo alieno), sforzatevi per una volta.
  • Se vi siete sentiti già papà dalla prima riga rosa del test (quella di controllo), ogni tanto magari datevi una calmata, lei magari potrebbe non condividere il vostro entusiasmo.
  • Se non vi sentite papà neanche dopo che vostro figlio vi ha tirato un calcio dopo che ha riconosciuto la vostra voce, cercate di essere un po’ più partecipi. Altrimenti l’effetto incubatrice è dietro l’angolo, e la mamma di vostro figlio potrebbe lamentarsi.
  • Non abbiate paura della pancia, non morde e non graffia, fa un po’ effetto questo si, ma fa effetto anche alla mamma. Potrebbe sprigionare in voi tante domande esistenziali, ma le sprigiona anche nella mamma.
  • Ok le voglie non esistono, ma se vi chiede qualcosa di specifico… cercate di procurarglielo!
  • Coccolatela e sostenetela, potrebbe sentirsi sola, depressa, o semplicemente fragile.
  • Negli ultimi mesi non andate avanti tipo disco rotto con la frase “Non vedo l’ora che nasca!”, anche la mamma non vede l’ora. Ma lei forse ha qualche argomentazione in più a riguardo.
  • Non scandalizzatevi di fronte alle modalità di parto o allattamento, tanto è lei che dovrà affrontarle, siate piuttosto solidali.
  • Non andate nel panico al primo “Tesoro forse ho avuto la mia prima contrazione!”, non fiondatevi a casa per portarla all’ospedale.
  • Tenete a bada parenti e amici che continueranno a chiamare per sapere se ci sono novità.
  • Fate un bel corso di massaggio, potrebbe essere fondamentale per la mamma.

Torna al Kit

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...