Chi è il genitore, chi è il bambino?

Non mi riferisco ai miei figli, ma ai genitori del mio compagno.

Ora che Ricky non sta molto bene da un po’ di giorni, i suoi genitori stanno dando di matto.

Telefonate minatorie sul fatto che non siamo bravi genitori, che non curiamo nostro figlio, che non abbiamo un buon pediatra, che non lo facciamo controllare.

Poi li abbiamo visti e loro sono impazziti perchè, anche se sta migliorando, ho richiesto una dieta semplice. Aggiunto al fatto che era un po’ stanco secondo loro era in fin di vita.

Hanno chiamato la sera dicendo che casualmente la parente pediatra aveva chiamato e gli hanno detto tutte le cose da fare per farlo stare meglio, peccato che le stessimo già facendo.

Eppure quando eravamo a casa loro è stata davvero una lotta evitare che gli dessero cioccolata e dolci.

Ah ripeto Ricky pare abbia una gastroenterite, ma ovviamente ora Lui ha paura che nello sfortunato caso fosse altro poi i suoi possano dire che non lo seguiamo adeguatamente.

Vi redente conto Lui ha più paura che i suoi possano “sgridarlo” perchè non ha fatto controllare il figlio più che la paura abbia qualcosa di grave.

Certo Lui ha qualche problema relazionale con i suoi genitori, ma immagino che nel suo caso l’unico modo per crescere sarebbe troncare i rapporti. Però i suoi spesso fanno la parte dei bambini.

Costantemente da redarguire e rassicurare.

Rassicurare rispondendo alle mille telefonate quando c’è qualcosa che non va, redarguire quando devo fare il sergente di ferro per non fargli mangiare/fare cose strane.

Lui mi aveva chiesto se chiamavo sua madre per farla venire un giorno in settimana ad “aiutarmi”, ma io ho detto di no, finchè Ricky non sta bene.

Perchè?

Perchè passerei il tempo a rassicurarla, a spiegarle per cento volte le stesse cose e poi magari alla prima scarica lei sarebbe comunque dell’idea che stiamo sbagliando qualcosa.

E già sono in ansia io, non ne avrei la forza e la voglia.

Ma il ruolo dei genitori non dovrebbe essere quello di dare un sostegno? Non dovrebbero essere le rocce su cui appoggiarsi?

Certo io mi sono incupita quando dopo una giornata buona Ricky ha vomitato o ha fatto una scarica brutta di nuovo.

Però io sto imparando a essere forte e quando vomita rassicuro mio figlio dicendogli che non è niente, che passa e di stare tranquillo.

Per cui che dire, sembra stia migliorando finalmente, passerà, non è niente di grave.

Smile.

Annunci

Un pensiero su “Chi è il genitore, chi è il bambino?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...