La prima cosa bella

Non mi sono ancora innamorata follemente del mio gnomo come la tradizione vuole, ma inizia seriamente a starmi simpatico*.
E devo ammettere che ci sono cose che so già mi mancheranno, ci sono aspetti che sto cercando di imprimermi nella memoria, scatto foto a non finire e mi arrabbio se non ho colto l’attimo o se l’inquadratura non rendeva esattamente come volevo, per esempio:

  • quell’espressione strana che fa quando tiene il labbro inferiore pinzato sotto il superiore, gli si ingrossano le guance tipo scoiattolo; una volta spuntati i denti, non potrà più farlo
  • i suoi sorrisi beati e sdentati, con questa boccuccia spalancata; non la aprirà mai più così tanto solo per sorridere silenziosamente
  • gli occhioni che sembrano sempre di un colore diverso, grandi grandi, profondi e dolci; prima o poi si stabilizzeranno
  • i vocalizzi totalmente fuori controllo, ma sempre diversi e sempre più articolati e lunghi
  • quando è lì lì per crollare mentre lo addormento e basta una carezza o l’inizio di una canzone per fargli chiudere gli occhi
  • quando lo tengo in braccio e mi vado sempre a guardare allo specchio: lui è tutto rannicchiato abbandonato a me, piccolissimo
  • quando capisce i primi giochi e ride aspettando accada di nuovo la stessa cosa
  • quando, in braccio al papà, lo guardo da lontano, questa testa barcollante, gli occhioni, le orecchiette…è proprio buffo; se tutto va bene sarà sempre più bello ma sempre meno buffo
  • quando è tranquillo e parlotta sembra già avere un mese in più, e quando subito dopo piange affamato e sembra appena uscito dalla pancia
  • quando mi fissa intensamente mentre mangia, quando lo addormento o quando mi studia, non mi guarderà mai più così a lungo

*Sopratutto quando non sono troppo stanca, ammetto che la stanchezza gioca brutti scherzi, tutto sembra brutto e faticoso quando sono molto stanca, anche il mio piccolo gnomo. Dopo una sera di sonno intenso però tutto torna più bello, sopratutto lui.

Annunci

3 pensieri su “La prima cosa bella

  1. Dolcissimo post e stupenda la nuova grafica del blog!
    Ti capisco, anch’io quando sono stanchissima o sto poco bene vedo le cose in un altro modo e mi sento anche in colpa se non riesco ad essere tutta sorrisi per la mia cucciola. Il fatto è che siamo mamme 24 ore su 24 e credo sia una cosa bellissima ma ci sta che ci siano momenti in cui è davvero faticoso e speri soltanto che arrivi a casa il papà per avere qualche minuto di tregua.

    Mi piace

    • Davvero, a volte penso delle cose brutte che mi pento un secondo dopo averle pensate.. oppure quando non riesco a sorridergli perchè penso che ho la schiena a pezzi, oppure ho fame oppure devo andare in bagno da ore e lui invece non riesce a dormire e mi guarda fisso.. tipo sta mattina.

      ps: grazie per la grafica, avevo bisogno di cambiamento!

      Mi piace

      • Ti capisco. A volte arrivo a sera distrutta e con un bisogno disperato di mangiare e farmi una doccia ma magari il papà fa tardissimo al lavoro e quando arriva io sono stremata e si rischia di discutere perchè so che lui era al lavoro e non a divertirsi e ha voglia di stare a farle i sorrisini e perdersi così mentre io non vedo l’ora di bagnetto e nanna per cercare di tornare umana. Vorrei poter vivere ogni giorno con serenità e godermi ogni attimo con lei e noi tre in famiglia ma a volte davvero la stanchezza non ti fa godere nulla!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...