La sua famiglia e altri animali

La festa del complimese

Ero terrorizzata da questa festa, un assembramento di nonni e bisnonni intorno al mio piccolo, dopo due notti insonni e stress a non finire. Lo stress aveva causato nuovi dubbi “Sono abbastanza mamma? Sono credibile come mamma? Ma gli voglio bene? Ecc..” che non avevano aiutato ad alzare il mio umore.

Arriviamo e il mio piccolo mi aiuta dormendomi addosso, così posso coccolarlo ancora un po’. Ai primi segni di sveglia lo porto in camera a cullare, memore dell’esperienza della settimana prima quando Sua madre al primo vagito me l’ha letteralmente strappato di mano portandolo dalla parte opposta della casa.
Ma lui alla fine si sveglia e reclama cibo. La poppata è con l’artificiale quindi Lui prepara il biberon e io vado in salotto così da stare tranquilla. Il piccolo mentre ciuccia piange perchè si ingolfa, Sua madre viene di continuo a controllare. Quando torno in cucina scopro che neanche la sedia mi hanno messo e mentre vado a prendermi la pizza sento qualcuno che dice “Non so perchè doveva nascondersi per dargli da mangiare..”, faccio finta di niente. Appena arriva il pupo post-ruttino vuole subito prenderlo Suo padre, fa il grande uomo perchè sta bravo con lui …io penso che son capaci tutti a far star bravo un bambino cullandolo e tenendolo in braccio.
Il bambino da lì fa il giro delle braccia di tutti. Sta bravo.
Le bisnonne se lo contendono e successivamente fanno a gara a chi ha avuto più figli (vince la mia 4 a 2).

Uno sguardo dall’esterno

Finalmente (non ricordo neanche più per quale grazia divina) torna tra le mie braccia. Il pupo inizia a guardarmi. E mio padre (tipo di poche parole serie e tante spiritose) mi guarda e dice: “Guarda com’è tranquillo ora, prima anche se stava bravo guardava in giro e si muoveva tutto!”.
Non ci avevo fatto caso da sola, ma quando me l’ha fatto notare era innegabile. Il pupo tra le mie braccia si era rilassato. Da lì la serata è stata in discesa, grazie a questa nuova consapevolezza. Poi c’è stato il cambio del pannolino davanti ai genitori di Lui che cercavano di scovare ogni mio errore: “Hai la crema per i culetto?” si, “Ma non gli tagli le unghie?” no, le limo, ci hanno detto di fare così, “Ma poi si graffia!” ho detto che le limo, ma poi, lo vedi graffiato? “Uh guarda guarda che si tiene alle mani e si tira su!” stavo per spiegare che quello è uno dei primi test che fanno (argomento interessante, anche perchè ha preso dei bei voti) ma tanto non mi ascoltavano neanche. E’ arrivata la torta, altro giro tra i parenti per le foto, dopo quella di gruppo il cucciolo inizia a sbadigliare, così mi metto al buio a cullarlo, ma nessuno sembra far caso a far silenzio o a lasciarmi al buio. Anzi sembro la cattiva che vuole farlo addormentare.

Il pupo però mi da di nuovo una mano, era talmente stanco che in tre secondi è crollato, io ho passeggiato ancora un po’ e poi mi sono messa fuori con lui in braccio. Tutti sono rimasti un po’ delusi che dormisse di nuovo, ma io ero orgogliosa di averlo avuto con me per molto più tempo rispetto al solito, ero orgogliosa di essere riuscita a seguire i suoi bisogni anche se gli altri non volevano.

 

Annunci

2 pensieri su “La sua famiglia e altri animali

  1. Sei stata bravissima! Comprendo lo stress dei parenti che ti fanno sentire sempre sotto inchiesta e se solo piange iniziano a chiedere come mai e ti guardano come se lo stessi sgozzando…
    Poi a forza di passarselo per spupazzarlo tutti lo fanno stressare, ne so qualcosa!

    Mi piace

  2. Che bravo tuo padre che ha trovato le parole giuste e che brava te !!!
    A me ancora manca la “prova parenti” perché per ora mia madre è rimasta con noi la settimana del rientro a casa (rendendosi utilissima, per altro, ha fatto tutte le pulizie e mi ha riempito il congelatore di cose buone e sane fatte da lei così non dovevo cucinare) e poi è dovuta tornare in Italia.
    Mio suocero è venuto due giorni per non disturbare troppo e mia suocera viene da noi il sabato e ci ha da una mano, ma il resto dei parenti italiani li vedremo a ottobre e vedremo come va….ho già paura 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...