L’allattamento mistico

Allattare esclusivamente è una pratica che eleva la donna a eroina stoica nel dolore e nella fatica. Io vi ammiro moltissimo, vi vedo lontane come una chimera ma so che ci siete!

Che poi immagino per voi sia comunque più facile rispetto come mi immagino io un allattamento esclusivo (secondo le mie proiezioni i miei capezzoli ad un certo punto cadono spontaneamente dopo l’ultima sfiancante poppata). Ma allattare comporta prima di tutto sacrificare ancora l’alimentazione junk food per una dieta più equilibrata, in secondo luogo sacrificare il proprio corpo e le proprie energie. Senza contare che l’allattamento a richiesta sacrifica anche il tempo.
[E mi raccomando ricordatevi di tenere tutto a portata di mano: fazzoletti, acqua, libro, telecomando, telefono… perchè non vi potete muovere per mezz’ora un’ora all’inizio e il tempo senza supporti non passa mai!]
Il problema dell’allattamento esclusivo materno è che non sai mai quanto ha mangiato. Ma pare che se bagna sei pannolini al giorno si è a cavallo. Se poi prende anche peso e cresce nei ha la conferma ufficiale.

L’esclusivo fatto di artificiale ti dà la grande certezza di sapere quanto e come mangia. E la cosa pare far felici non solo i genitori, ma sopratutto i parenti. Inoltre con l’artificiale è più facile regolarizzare i pasti e dare meglio un ritmo sonno/veglia. Unico neo dell’artificiale è capire qual’è quello migliore per tuo figlio..prezzo a parte.
[Altri problemi dell’artificiale sono i tempi di preparazione (niente pronto tetta immediato, ma scalda, dosa e miscela), e lavaggio e sterilizzazione del biberon. E per finire dare il biberon implica l’utilizzo di entrambe le mani, non c’è scampo.]

Poi c’è questa cosa fantasiosa e masochista che si chiama allattamento misto, e qui ci sono due scuole di pensiero:

  • lo allatti poi somministri un’aggiunta (e qui si aprono due strade, quella della doppia pesata, e quella del “vado a caso”)
  • qualche poppata la dai tu e per altre somministri interi biberon (anche qui pare vigere il caso)

in ogni caso è molto difficile da gestire, perchè combina pensieri e paure di entrambi i metodi di allattamento, più altri: non sai quanto prende da te (pare che la doppia pesata non sia proprio affidabile), non sai bene quanto dare di artificiale e a ogni problema intestinale o di inappetenza ti chiedi se devi cambiare latte, o se sei tu ad aver mangiato qualcosa che non va!

Annunci

3 pensieri su “L’allattamento mistico

  1. Io sono ancora all’allattamento esclusivo al seno, finchè avrò latte e finchè ce la farò, però condivido tantissimi punti del tuo post. Credo di non aver mai mangiato così “bene”, sano e senza schifezze in tutta la mia vita. Senza contare le rinunce a caffè, cioccolata e altri alimenti che potrebbero portare allergie o dare fastidio alla piccola.
    A volte mi sembra di essere sempre con le tette al vento, perchè di giorno e se non usciamo vuole mangiare anche per noia o usa la tetta come ciuccio, salvo poi piangere se le arriva il getto di latte in gola e magari non aveva fame.
    Ho la bilancia della chicco ma non la consiglio a nessuno perchè mi sembra molto poco affidabile. Volevo giusto farmi un’idea per capire se sta crescendo visto che il prossimo controllo sarà a quasi due mesi dal controllo del primo mese, causa ferie eterne della pediatra.
    Mi sento sempre scissa tra il “vorrei avere un po’ di respiro” e il “devo attaccarla sempre quando sembra avere fame perchè ho paura che non cresca abbastanza”.
    Ci sono giorni in cui vorrei arrivare allo svezzamento e altri in cui ho i capezzoli viola e sogno biberon che volano.

    Mi piace

  2. Noi siamo al “misto a caso, ma di conforto” perché gli diamo il biberon la sera prima di metterlo a letto così almeno dorme minimo sei ore, io mi riposo e, soprattutto, si riposano i miei capezzoli 🙂
    Altrimenti leggendo il tuo post mi sono accorta di alcune differenze Francia-Italia che rendono tutto più semplice per me, o almeno a parer mio:
    1. niente bilance e pesate, il primo mese si va una volta a settimane in consultorio e poi ciao si aspettano le visite mensili dal pediatra.
    2. anche durante l’allattamento esclusivo si può mangiare tutto. Se mi togliessero il caffè impazzirei (anche in gravidanza ne bevevo almeno uno al giorno altrimenti mi venivano delle emicranie che levati. Si, si chiama dipendenza ed è una brutta cosa, ma tant’è…). Mi hanno solo sconsigliato salvia e prezzemolo perché riducono il latte, ma chissà se sarà vero…
    3. Non fanno nemmeno più sterilizzare il biberon. O meglio lo fai prima del primo utilizzo e poi ogni tanto, ma non sistematicamente a ogni utilizzo e questo è un gran guadagno di tempo. W i batteri 🙂

    Mi piace

    • Guarda per le pesate io mi son fatta prestare la bilancia perchè all’inizio aveva perso tanto peso..poi mi sono stufata di usarla. Anche noi andiamo ogni settimana al consultorio. Per la sterilizzazione il primo mese la facevamo ad ogni giro di biberon. Ora lo facciamo una volta ogni tanto, però comunque c’è sempre qualcosa in giro che prima o poi si sterilizza perchè caduto, leccato dal gatto o via dicendo :p

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...