Libri

L’altro giorno ho fatto razzia in biblioteca e mi sono rifornita di libri su maternità e affini (più un paio di libri gialli :p).

Uno parlava di come risparmiare sulle spese, che forse è utile per chi vuole (oltre che risparmiare) andare a vivere nel Borneo oppure alienarsi in cima ad una montagna, dove elettricità e servizi di prima necessità non arrivano. Perchè ok che mi piacerebbe essere una mamma eco (tolta la gravidanza che mi impedisce di essere razionale, prima mi vantavo di essere quasi vegetariana e di aver ridotto l’acquisto di cibi conservati nella plastica), però cavoli, c’è un limite!!

Allora secondo il libro in gravidanza non serve niente, forse se proprio volete spendere i soldi un reggiseno, altrimenti:

  • fate razzia nell’armadio di vostro marito (che si da per scontato essere una montagna confronto a voi, io mi sono fregata perchè lui ha la mia stessa identica corporatura e i suoi pantaloni non mi vanno perchè ho i fianchi!)
  • non mettete creme e simili
  • per i reggiseni da allattamento fate un buco su quelli che usavate in gravidanza non so perchè mi ricorda pratiche sadomaso
  • fatevi prestare i vestiti dagli altri (ok, ma magari gli altri li hanno comprati, che faccio la scroccona?)
  • se proprio volete curarvi il corpo usate un po’ di olio

Ok c’è gente che compra la carrozzina coi diamanti, e ha bisogno che gli sia ricordato che non è necessario comprare tutti i gadget solo perchè marchiati “premaman” oppure “per bambini”. Però io che ci ero arrivata da sola a dire: compra un reggiseno al massimo due per ogni volta che serve, non farti il guardaroba completo mese per mese; il resto del libro l’ho trovato eccessivo.
Se non inquietante in sezioni come l’allattamento, in cui dice di evitare i tiralatte e optare per una mungitura, scusate, spremitura manuale!! Evitate i ciucci perchè quando piangono potete attaccarli al seno, ovvio, poi però mi serve qualcuno che cucini e pulisca casa..

Un’altro libro ricorda che nel secondo trimestre si avverte il desiderio di creare il nido. Quindi dipingere, organizzare ed arredare la camera. Ma chi la camera non ce l’ha? Io sto sperando che la suocera abbia ancora la carrozzina vintage, perchè già un lettino qui ci starebbe scomodo figurarsi quello che ho “prenotato” a mio pare (che si diletta di falegnameria) che ha la base di un letto normale! Al momento sono solo riuscita a ricavare un posticino in uno scaffale per mettere un po’ di roba e non tenerla in sacchetti sparsi. Povero/a  figlio/a.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...