Sentimentalismi?

Oggi volevo parlarvi dei sentimentalismi da “siamo incinti!”. Non ne voglio parlare in lato negativo, più che altro con un po’ di invidia.

Io e Lui non siamo una coppia tutta zucchero e miele, non lo siamo mai stati, siamo teneri ma non sdolcinati, ci vogliamo bene ma non siamo romantici. E questa gravidanza non ci ha fatto cambiare, al momento.

Leggo di mamme che dicono che quella linea rosa gli ha cambiato la vita, di mamme che si sentono mamme a 5 settimane, di mamme che amano già follemente il loro bambino. Di mamme coraggiose che provano e riprovano a rimanere incinta, e portare a termine una gravidanza. Io forse non sono così, ma magari voi l’avevate già anche intuito.

Dei miei primi tre mesi ricordo solo che mi sentivo male, mi sentivo malata di una malattia non curabile.  E ora mi sento un po’ meglio, ma tutto quello che avverto è solo a livello fisico, a livello emotivo mi sento sempre uguale. Anzi il fatto di non stare più cercando di avere un figlio, mi ha anche allontanato dai sogni ad occhi aperti che mi facevo mentre cercavamo: sogni di famiglia, sogni di vacanze o pomeriggi sui prati. Sono arrivata alla conclusione che se qualcosa dovesse mai andare storto, non ho proprio idea di quando potrei avere la forza fisica di riprovarci.

Leggo di futuri padri che tutte le sere (fin dalle primissime settimane) accarezzano la pancia della mamma, o che le parlano o che la baciano. Lui invece si è emozionato (della serie che non capiva più niente e si dimenticava le cose in giro) quando abbiamo fatto la seconda ecografia, per il resto ha reagito solo quando gli ho detto la prima volta che forse l’avevo sentito muoversi facendomi una carezza alla pancia, stop.

Ma per noi è tutto molto soft, molto confuso dalle altre cose come la ricerca della casa, come il mio stare male o il fatto di pulire e sistemare questa di casa, che sembra sporcarsi più in fretta di un tempo.

Sono però convinta che il secondo figlio per me (ma anche per lui infondo) sarà quello della consapevolezza, al di là dell’età in cui lo faremo. Penso che lì sì mi godrò mese per mese la gravidanza, come tutte dicono. Sembra che tutto sia avvenuto per caso, anche se questo bambino invece l’abbiamo cercato, ed è arrivato anche abbastanza in fretta!

Ora iniziano ad arrivare i primi regalini per l’erede: una tutina, biberon e ciuccio, pannolini e cose dismesse dalla mia unica amica mamma. I regali sono belli a prescindere, ma tenere quelle cose in mano come la spazzolina e il pettinino, mi fa affiorare alla mente solo una domanda: ma sono oggetti reali o sono solo i giochi dei grandi?
Noi per ora abbiamo comprato solo un libro per l’erede, non ci siamo sbilanciati molto in effetti. L’amica mamma suggerisce di sfruttare i saldi per comprare cose costose tipo passeggino e seggiolino. Io ho fatto il conto che nascendo a luglio, recupererò coi saldi di agosto. Sono troppo pragmatica?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...